Non ho bisogno di rati odica - Achmatova

Non ho bisogno di odic rati
E la bellezza delle imprese elegiache.
Come per me, in versi tutto dovrebbe essere fuori posto,
Non così, come le persone.

Quando hai saputo, che schifezza
Le poesie crescono, non conoscendo la vergogna,
Come un dente di leone giallo vicino al recinto,
Come le bardane e la quinoa.

Grido arrabbiato, odore di catrame fresco,
Misteriosa muffa sul muro ...
E il verso suona già, annoiato, gentile,
Per la gioia di te e me.

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Boris Pasternak
Aggiungi un commento